L’economia circolare per la reindustrializzazione dell’Europa

L'economia circolare per la reindustrializzazione dell'Europa

Il Consiglio Ue, invece, in rappresentanza dei Paesi membri, “ha frenato perché, come al solito, ci sono diversi Paesi con diverse esigenze”. Ora, però, “occorre coraggio. Abbiamo parlato di ambiente e di sviluppo sostenibile per decenni e poi la realtà è che le tecnologie ci sono, ma non vengono usate nella maniera giusta”. Il risultato, continua Bastioli, “è che c’è un depauperamento del capitale che è veramente impressionante. Abbiamo poco tempo e ci vuole una condivisione degli obiettivi e impegno da parte dei privati e della politica e delle istituzioni per una piattaforma comune”.