Mappati i siti delle piante spontanee italiane, un terzo a rischio degrado

Mappati i siti delle piante spontanee italiane, un terzo a rischio degrado

“Le popolazioni che crescono nelle località-tipo sono di fondamentale importanza in tassonomia, la scienza dedicata alla classificazione degli organismi viventi, pertanto la loro conoscenza e conservazione è di fondamentale importanza, tanto più relativamente a specie endemiche italiane, per le quali la nostra Nazione ha completa responsabilità di salvaguardia – conclude il ricercatore – inoltre i loci classici rappresentano un importante patrimonio storico-culturale, in quanto luoghi visitati, studiati e descritti da rilevanti personalità nella storia della Botanica e delle Scienze naturali”.