Esempi di successo in Europa sulla raccolta dell’umido di qualità

la-raccolta-della-frazione-organica_mater-bi-3

Una raccolta dell’umido efficiente, igienica e di qualità è possibile grazie all’utilizzo di sacchi biodegradabili e compostabili in Mater-Bi che si adattano perfettamente a qualsiasi sistema di raccolta e trattamento dei rifiuti organici in uso in Europa.

In Europa si producono circa 96 milioni di tonnellate di rifiuto organico, ma solo il 30% viene riciclato in modo corretto, mentre circa 66 milioni finiscono in discarica, con ingenti costi ambientali, economici e sociali. Il rifiuto organico in discarica, infatti, può diventare estremamente pericoloso, perché produce percolato e gas metano che possono finire nelle falde acquifere con effetti negativi sulla salute dell’uomo e sul clima.

Con la recente Direttiva Rifiuti comunitaria che prevede l’obbligatorietà della raccolta differenziata del rifiuto organico in tutti i Paesi membri entro il 2023 e che dal 2027 soltanto il rifiuto organico proveniente dalla raccolta differenziata potrà entrare nel calcolo del riciclaggio – con un tetto massimo del 10% del rifiuto organico conferito in discarica entro il 2035 – è indispensabile dotarsi velocemente di modelli di raccolta efficienti.

Ne sono un esempio le diverse esperienze di municipalità italiane ed estere che hanno adottato il modello di intercettazione della frazione organica con i sacchi biodegradabili e compostabili in Mater-Bi. Tra queste ci sono Milano, Parma, Treviso, Copenaghen, Roskilde (DK), Ginevra (CH), Kristiansand (Nor), Luleå (S), il quartiere Sarrià di Barcellona, Parigi (sperimentazione), Grenoble, Cardiff, Manchester e svariati quartieri londinesi. Nel complesso sono circa 5.350.000 i cittadini coinvolti e 312.000 le tonnellate di frazione organica raccolta.

Un video con le diverse esperienze di municipalità italiane ed estere di raccolta dell’umido di qualità con sacchi in Mater-Bi