Italia leader nella chimica verde

Sulla rivista “National Geographic Italia” del mese di giugno un approfondimento su “Bioplastica made in Italy”.

L’Italia, secondo l’ultimo rapporto della BBI-JU (Bio-based industry Join Undertaking), è il secondo paese europeo, dopo la Germania, per fatturato e occupazione nel settore dello sviluppo dei prodotti basati su processi biologici, come le bioplastiche. Il settore, infatti, fattura oltre 100 miliardi di euro e impiega circa 500 mila persone.

Novamont, da oltre vent’anni, è focalizzata sullo sviluppo di bioplastiche e bioprodotti da fonti rinnovabili attraverso l’integrazione di chimica e agricoltura, attivando bioraffinerie integrate nel territorio e fornendo soluzioni in grado di garantire un uso efficiente delle risorse lungo tutto il ciclo di vita dei prodotti, con vantaggi sociali, economici ed ambientali di sistema.

Molteplici i settori e le applicazioni della bioplastica Mater-Bi: dai sacchetti per la spesa e l’ortofrutta, alle stoviglie per il foodservice, alle capsule per il caffè, ai teli per pacciamatura. La vasta gamma di prodotti in Mater-Bi sono completamente biodegradabili e compostabili secondo i principali standard internazionali e alla fine del loro utilizzo, se conferiti correttamente, ritornano alla natura sotto forma di fertile compost. Un ciclo virtuoso dalla natura alla natura.

Qui l’articolo completo: www.nationalgeographic.it