Seu D’Urgell promuove la raccolta dell’organico con sacchi biodegradabili e compostabili

Prende il via a Seu d’Urgell, cittadina catalana con oltre 13.000 abitanti, il progetto pilota per eliminare i sacchetti di plastica dai negozi e supermercati, a favore di quelli biodegradabili e compostabili da riutilizzare per la raccolta della frazione organica.

Un accordo sottoscritto dall’Agència de Residus de Catalunya e la Mancomunitat de residus de l’Urgellet, consorzio pubblico che gestisce i servizi ambientali di Seu d’Urgell – cittadina catalana di oltre 13.000 abitanti –  in collaborazione con Ellen MacArthur Foundation, Novamont e BASF.

Il progetto pilota durerà un anno e rientra nel programma europeo “CERES” messo a punto dalla Ellen Mc Arthur Foundation per promuovere la raccolta dell’organico attraverso l’utilizzo dei sacchi biodegradabili e compostabili, favorendo così la diffusione di pratiche di economia circolare.

Novamont ha collaborato alla realizzazione del progetto sia contribuendo alla sua impostazione sia fornendo metà degli shopper e sacchi frutta/verdura necessari in un anno.