Suq Festival 2019: i prodotti in Mater-Bi per un evento all’insegna della cultura e del dialogo tra i popoli

Da venerdì 14 a domenica 24 giugno si terrà, presso il Porto Antico di Genova, il 21° Suq Festival: l’evento che, attraverso la musica, la danza, la cucina, i seminari e gli workshop, promuove il dialogo e l’incontro fra le culture.

A queste attività e ai diversi momenti di riflessione si aggiunge l’esperienza teatrale che, giovedì 27 giugno, animerà il Museo Preistorico dei Balzi Rossi di Ventimiglia.

Donne, Isole, Frontiere è il tema del triennio 2018/2020; durante questa edizione 2019 il focus verrà posto sulle “Isole”, luoghi reali o immaginari dai quali e nei quali il pianeta può essere raccontato.

Come emerso dalla conferenza stampa di presentazione, svoltasi giovedì 6 giugno a Genova e introdotta dal direttore artistico Carla Peirolero, il Suq è unico, simbolico e multiculturale, con oltre 100 eventi, 40 botteghe artigianali e 14 cucine dal mondo.

A tal proposito, alla valorizzazione delle diverse gastronomie si accompagna la volontà di tutelare l’ambiente e di ridurre al minimo l’impatto ambientale del Festival.

Da questo presupposto nasce la collaborazione con Novamont che, aderendo all’iniziativa in qualità di partner, provvederà alla fornitura di piatti, bicchieri e posate in Mater-Bi.

Le stoviglie biodegradabili e compostabili possono, infatti, essere smaltite all’interno della frazione organica e, una volta avviate agli impianti di compostaggio, divenire fertile humus.

Alla conferenza stampa indetta dagli organizzatori per esporre il progetto, ha partecipato anche Annalisa Perelli di Novamont .

La diffusione dell’arte e dei diversi costumi, nonché la promozione della sostenibilità, hanno consentito al Suq Festival di essere riconosciuto best practice d’Europa per il dialogo tra culture e di ottenere, dal 2011, il Patrocinio di UNESCO Commissione Nazionale Italiana.