Il telo in Mater-Bi per la pacciamatura conforme al disciplinare “Mezzi Tecnici AIAB”

Durante l’edizione 2020 di BIOFACH, la principale fiera internazionale per l’alimentazione biologica svoltasi all’Exhibition Centre di Norimberga dal 12 al 15 febbraio scorsi, è stato presentato da Novamont l’innovativo telo in Mater-Bi per la pacciamatura.
La bioplastica Mater-Bi di Novamont, impiegata anche per la realizzazione di teli per la pacciamatura biodegradabili in suolo, nel rispetto dello standard europeo UNI EN17033, è stata certificata conforme al disciplinare “Mezzi Tecnici AIAB” che mira ad assicurare a tutti gli agricoltori e utilizzatori professionali prodotti che rispettino la normativa vigente sui mezzi tecnici ammissibili in agricoltura biologica e che siano compatibili con l’ambiente, rispondendo a requisiti tecnici ed etici di sostenibilità.
Inoltre, mediante un importante lavoro di squadra, NovamontAIAB (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) e Bioagricert (organismo di controllo e certificazione delle produzioni biologiche) hanno concretizzato uno standard specifico affinché i teli per la pacciamatura per l’agricoltura biologica abbiano il massimo contenuto di materia prima rinnovabile, derivino da fonti naturali rinnovabili NON OGM e garantiscano la completa biodegradabilità in suolo.
La peculiarità di questo telo in Mater-Bi, utilizzabile in differenti condizioni ambientali e su colture con cicli diversi, è che, essendo biodegradabile, non abbisogna di essere rimosso e smaltito una volta concluso il ciclo colturale. I microrganismi che agiranno su questo prodotto provvederanno naturalmente alla sua biodegradazione, contribuendo a ridurre la produzione di rifiuto plastico, preservando il suolo dall’inquinamento da plastica ed evitando che ingenti quantità di sostanza organica, importantissima per scongiurare il processo di desertificazione, vengano rimosse al momento dell’estrazione del telo.
A tal proposito, durante BIOFACH 2020Sara Guerrini, Agricolture Public Affairs di Novamont, è intervenuta al workshop “The use of bioplastics in the organic farming” con una presentazione sul tema dei materiali biodegradabili e compostabili per la filiera del biologico, dalle pacciamature agli imballaggi.
Per ulteriori informazioni, leggi il comunicato stampa di Novamont.