Terra Madre Salone del Gusto 2016: obiettivo 70% di raccolta differenziata

Terra Madre Salone del Gusto 2016

Dal 22 al 26 settembre torna, a Torino, Terra Madre Salone del Gusto 2016, il più importante evento internazionale dedicato alla cultura del cibo.

Il tema dell’edizione 2016 è voler bene alla terra: “Voler bene alla terra significa prendersene cura, occuparsene con gentilezza e amore: coltivare e custodire l’ambiente deve essere il segno distintivo di questo momento” commenta Carlo Petrini, presidente di Slow Food.

Tante le novità di quest’anno, in cui si celebrano i 20 anni dalla nascita del Salone internazionale del Gusto e i 30 anni di attività in Italia di Slow Food. Tra queste l’ambizioso obiettivo di raggiungere il 70% di raccolta differenziata e ridurre così l’impatto ambientale della manifestazione.

Anche quest’anno, un contributo importante di servizio raccolta e smaltimento dei rifiuti è fornito da Amiat, società del Gruppo Iren, oltre all’installazione di 100 isole ecologiche distribuite all’interno dell’area dell’evento, presidiate dai volontari di Legambiente e l’aiuto del servizio di assistenza di Eco dalle Città.

Per questa edizione, un ruolo centrale nell’ambito dell’approccio sistemico e della riduzione di impatto ambientale è affidato alla progettazione della raccolta differenziata dei rifiuti, sviluppata con la collaborazione di Amiat e Novamont e con un focus sul food packaging portato avanti già da molte edizioni insieme ai Consorzi Ricrea, Comieco e Rilegno.

Per ridurre il numero di rifiuti dell’evento, gli organizzatori hanno invitato gli espositori all’utilizzo di materiali biodegradabili e compostabili per la fruizione del cibo, imballaggi sostenibili per la protezione e il trasporto degli alimenti e l’utilizzo di cassette o altri componenti in legno certificati FSC.

Galleria foto Terra Madre Salone del Gusto 2016